Calice

Il calice svolge la funzione di bilanciare gusto e olfatto, ciononostante, raramente ci si sofferma sulla scelta del calice più adatto, il quale ci consente di apprezzare al meglio il vino se servito nel bicchiere giusto. 

Per il corretto utilizzo del calice è necessario tenerlo per il supporto o per lo stelo. Il bicchiere non deve assolutamente essere sostenuto dalla pancia in quanto, oltre a risultare poco elegante, si va a influire sulla temperatura del vino, alterando le sensazioni olfattive e gustative.

  • I vini bianchi o rosati giovani e freschi non necessitano di bicchieri troppo grandi Per tali vini il bicchiere a forma di ” tulipano” si adatta perfettamente, mentre per i vini bianchi più maturi e strutturati è indicato il calice “Renano” che con la sua forma cattura gli aromi più complessi 
  • I vini rossi giovani si possono gustare con il calice “Renano”
  • I vini rossi invecchiati con aromi complessi necessitano di bicchieri ampi come “gran ballon” o “borgogna” per una migliore ossigenazione
  • Gli spumanti e lo champagne vengono serviti in bicchieri “flûte”. Tali bicchieri migliorano lo sviluppo del perlage e dissipano gradualmente il delicato aroma del vino

I vini da dessert vengono serviti in bicchieri più piccoli, i cosiddetti “tulipani piccoli”.

Temperatura del vino

Un ruolo importante nel servizio di vino è svolto non solo dal calice giusto, ma anche dalla giusta temperaturaQuesta permette di percepire meglio l’aroma e il gusto del vino. Al diminuire della temperatura, infatti, la percezione degli odori diminuisce fino a scomparire completamente, mentre un aumento della temperatura accentua gli odori, compreso l’odore non proprio elegante di alcol etilico.

L’alta temperatura accentua il gusto dolce del vino, mentre una bassa temperatura accentua il gusto amaro, salato e la sensazione di astringenza dei tannini.

  • Spumanti secchi e dolci: 6-10 ºС  
  • Bianchi e rosati: 8 – 14 ° C    
  • Rossi giovani con basso contenuto di tannini: 13-16 ºС    
  • Rossi strutturati: 16-18 ºС
  • Vini da dessert: 12-16 ºС

La successione dei vini

Un aspetto importante da tenere a mente è la sequenza in cui verranno serviti i vini:

  • I vini bianchi sono serviti prima dei vini rossi e i vini rosati sono serviti dopo i vini bianchi, ma prima dei vini rossi. I vini bianchi sono meno aspri dei rossi e di solito sono meno strutturati
  • I vini meno alcolici vengono serviti per primi, seguiti dai vini con una maggiore gradazione alcolica
  • I vini giovani e meno strutturati vanno serviti prima di quelli invecchiati
  • I vini a bassa temperatura vengono serviti prima di vini a temperatura più alta
  • I vini aromatici vengono serviti sempre dopo quelli con un più modesto impatto olfattivo.
  • I vini secchi vengono serviti prima dei vini dolci.